WORKSHOP FSRR

comment 0
Azioni, News

Italian

28 gennaio 2023
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
Via Modane 16
10141 Torino – IT

L’AMAVO TROPPO E LE HO SPARATO
Un workshop di Irene Pittatore, in collaborazione con la formatrice Isabelle Demangeat e la curatrice Tea Taramino

Stralci di articoli e processi internazionali per violenza domestica e femminicidio, dal 1848, portano alla luce, per frammenti, le voci di donne che hanno subito abusi, dei loro aggressori e di testimoni dei fatti, svelando una spaventosa attualità e ricorrenza di azioni, discorsi e posizioni giustificatorie nei confronti degli aggressori e denigratorie nei confronti delle donne. Stampate su grandi tessuti con un carattere tipografico a punto croce, queste testimonianze diventano base di lavoro per un ricamo collettivo, itinerante. 

Nel corso del workshop, le persone partecipanti sono invitate a lasciare la loro croce sui tessuti le cui testimonianze risuonano con la propria diretta esperienza di vita o di lavoro. Il ricamo si fa dunque strumento di misura della diffusione dell’esperienza quotidiana della violenza di genere.
Un’azione condivisa di consapevolezza, immaginazione e lotta a paradigmi culturali iniqui e patriarcali, nel tentativo di tracciare, anche visualmente, alternative e vie di fuga.


Ciascuno dei teli ricamati introdurrà e illustrerà un capitolo del quaderno d’artista L’amavo troppo e le ho sparato, pubblicazione transmediale e bilingue, edita da Capovolte, dedicata a lettori e lettrici a partire dai 12 anni di età e al personale educante che si occupa di contrasto alla violenza. Il quaderno ha lo scopo di favorire il riconoscimento delle radici culturali della violenza di genere e delle sue manifestazioni, per imparare a contrastarle. Uno strumento artistico di formazione e supporto per l’analisi dei ruoli di genere e dell’immaginario legato alla virilità, che porta con sé assegnazioni e ingiunzioni sociali in cui la violenza raramente è messa in discussione, se non nel momento in cui diventa reato.

Nella prima parte del workshop si è riunito il gruppo di lavoro (Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile ETS, Capovolte, ENGAGEDIn, Fermata d’Autobus onlus, Forme in bilico APS, Politecnico di Torino) con ospiti provenienti da diversi campi disciplinari (diritto, antropologia, sociologia, arte contemporanea). Obiettivo dell’incontro l’analisi dell’indice provvisorio del nascituro quaderno e la condivisione di spunti tematici e biografici. Ogni partecipante ha suggerito idee, segnalato progetti da approfondire in relazione ai vari capitoli dell’indice.

Leave a Reply